PSICOLOGIA GIURIDICA E CRIMINOLOGIA IN PARTENZA

Ultimi posti disponibili 

In partenza a FOLIGNO (PG) dal 18 aprile 



Descrizione


Corso di alta formazione in psicologia giuridica e criminologia annuale costituito da 128 ore di formazione, di cui:
88 ore in aula di didattica frontale;
40 ore sezione e-learning a disposizione degli allievi h24 contenente materiali didattici.
Per gli allievi è prevista la possibilità di svolgere un tirocinio pratico in affiancamento ai docenti, all'interno del Centro per le Famiglie Sipea

Il nostro modello formativo, sperimentato negli anni, riserva una fondamentale importanza alla trasmissione delle conoscenze acquisibile solo attraverso un rapporto diretto con il docente e con i colleghi allievi. Infatti la relazione con il docente in una aula reale, costituisce una modalità di apprendimento delle competenze nettamente superiore a qualsivoglia formazione online.

Il Corso prevede due edizioni, una nel Lazio, a Roma, e l'altra nell'Umbria, a Foligno (PG). Quest'ultima è organizzata con la collaborazione dell'Associazione Dedalo, in Via Del Campanile 2, in Foligno. 

La Psicologia giuridica occupa attualmente nel panorama del sapere psicologico un’area piuttosto ampia che sta progressivamente allargando gli ambiti di studio e di intervento. L'obiettivo del Corso è fornire ai partecipanti il bagaglio di competenze teoriche e pratiche, richiesto agli psicologi che desiderano acquisire la qualifica di Consulente Tecnico d'Ufficio, presso i Tribunali e di svolgere attivita' di Consulente Tecnico di Parte, rispettando gli standard formativi previsti dall’Ordine degli Psicologi (www.psy.it).

Il corso è stato accreditato presso l’Ordine degli Avvocati di Roma e da diritto a 24 crediti formativi.

Il corso è stato accreditato presso l'Ordine Nazionale degli Assistenti Sociali e da diritto nell'annualità 2020 a 45 crediti formativi. 

La psicologia forense della famiglia, la psicologia applicata al processo e all’esecuzione penale, i minori autori e/o vittime di reato, l’ambito penitenziario e le nuove frontiere della vittimologia e del danno alla persona sono solo alcuni dei settori in cui uno psicologo giuridico può essere chiamato ad apportare il suo contributo di conoscenze e di strumenti. Data la molteplicità e la complessità dei campi di intervento il Corso di alta formazione si caratterizza per l’attenta analisi teorica del sistema giustizia e nel contempo anche per il forte legame con l’attività pratica richiesta allo psicologo nell’espletamento dei suoi incarichi. Il Corso di alta formazione è a numero chiuso e il gruppo di allievi è numericamente contenuto; tale scelta nasce dalla consapevolezza che i processi di apprendimento, la possibilità di espressione di ogni partecipante, lo scambio e la relazione formativa con i docenti necessitano di uno spazio contenuto e di un tempo organizzato. Il programma è di tipo modulare, comprende al suo interno momenti di formazione frontale, spazi di interazione in gruppo ed esercitazioni pratiche supervisionate.


Obiettivi


Il Corso di alta formazione si propone di formare psicologi specializzati nel settore giuridico fornendo tutte quelle conoscenze teoriche, metodologiche e operative necessarie per rispondere alle molteplici e variegate richieste loro rivolte. Proprio per la specificità del contesto in cui lo psicologo forense è chiamato ad operare la sua formazione deve essere assolutamente omnicomprensiva e qualificata; deve essere un professionista esperto e ben addestrato per operare in ambito forense e deve inoltre possedere le capacità necessarie per dialogare e collaborare con tutte le altre figure che fanno parte del panorama giudiziario. Trattandosi di una disciplina che applica lo studio del comportamento umano al mondo legale e forense è inevitabile che lo specialista si trovi a confrontare sia con le figure tipiche dell’ amministrazione della giustizia quali Giudici, Magistrati e Avvocati sia con colleghi adeguatamente formati, è per questo che il corpo docente del corso è costituito oltre che da psicologi/psicoterapeuti e psicodiagnosti anche da avvocati, magistrati e assistenti sociali.

Il Corso di alta formazione fornisce la cornice formativa necessaria per poter lavorare come:

CTP nei procedimenti civili e penali (art. 327 bis c.p.p.);
CTU e Perito del Tribunale civile e penale (art. 327 bis c.p.p.);  
Esperto ex art. 80 O.P. presso il Tribunale di Sorveglianza;
Esperto ex art. 80 O.P.negli Istituti penitenziari;
Esperto e Giudice Onorario presso il Tribunale per i Minorenni (art. 4 legge n° 1441 del 1965);
Giudice Onorario presso la Corte d'Appello sezione minori (art. 4 legge n° 1441 del 27/12/1965 e successive modifiche);
Consulente nei Centri per la Giustizia minorile (art. 6 D.P.R. N°448);
Ausiliario Esperto del Giudice.

Il Corso di alta formazione in psicologia giuridica e criminologia si propone quindi di fornire agli allievi un’esaustiva competenza teorico-pratica ed etico-professionale al fine di costruire una professionalità funzionale ai diversi contesti di riferimento.


Destinatari


Il Corso è rivolto a:

  • Laureati in Psicologia (Nuovo e Vecchio Ordinamento);
  • Assistenti Sociali;
  • Laureati in Psicologia con titolo di studio estero riconosciuto come equipollente alla laurea in Psicologia italiana;
  • Laureati in Medicina (Psichiatri, Neuropsichiatri, specializzandi in Psichiatria e Neuropsichiatria);
  • Esperti in Criminologia e Scienze Forensi;
  • Avvocati e Magistrati.

 
 
Contenuti


Elementi di psicologia e di diritto: conoscenza di base delle principali teorie psicologiche applicate nel diritto (penale, civile, minorile), integrazione del sapere psicologico e di quello giuridico. Deontologia per lo psicologo forense. 
Perizia e consulenza nel processo penale.


Programma didattico

MODULO 1 (Roma - avv.to S. C. Tocchi; dott.ssa P. Popolla / Foligno - dott.ssa P. Popolla)

1° Incontro 
Fondamenti generali di Psicologia Giuridica e Psicodiagnostica clinica e forense.  
Elementi di diritto civile, penale e minorile. Funzionamento del sistema giustizia, fondamenti di Psicologia Giuridica. 
Ruoli e funzioni del perito, del CTU e del CTP.
La metodologia psicologica e psicodiagnostica: anamnesi, colloquio clinico e test. 
 
MODULO 2 (Roma - avv.to S. C. Tocchi; dott.ssa P. Popolla / Foligno - avv.to E.Onori; dott.ssa P. Popolla )
2° Incontro  
La Consulenza Tecnica in tema di affidamento minorile. Le capacità genitoriali. 
Aspetti normativi della CTU. I vari tipi di affidamento. Metodologia psicologica nella CTU. Criteri psicologici in tema di capacità genitoriale. La Consulenza Tecnica di Parte: strategie e sviluppo di note critiche. Presentazione e discussione di casi 
 
3°Incontro
La Consulenza Tecnica in tema di affidamento minorile. Le capacità genitoriali. 
Criteri psicologici in tema di capacità genitoriale. La Consulenza Tecnica di Parte: strategie e sviluppo di note critiche. Alienazione parentale. Presentazione e discussione di casi 
 
MODULO 3 (Roma - avv.to G.Mussini; dott.ssa P. Popolla / Foligno - dott.ssa P. Popolla )
4° Incontro 
Valutazione peritale nei casi di ipotesi di abuso sessuale e maltrattamento di minore.   
Normativa in tema di abuso sessuale di minore. Ruoli dell’esperto nei processi di presunto abuso sessuale. Il minore testimone: analisi delle competenze nelle diverse fasi evolutive. 
 
5° Incontro 
Valutazione peritale nei casi di ipotesi di abuso sessuale e maltrattamento di minore.   
I processi cognitivi della testimonianza. Principali tecniche di intervista. Linee Guida per le perizie in tema di presunti abusi sui minori: Carta di Noto, Linee Guida SINPIA
Analisi di casi peritali
 
MODULO 4 (dott.ssa E. Granocchia; dott.ssa O. Pennisi)
6° Incontro
Il Tribunale per i Minorenni
Il ruolo e le funzioni del servizio sociale, allontanamento del minore, affidamento. Il lavoro di rete e la relazione all’Autorità Giudiziaria
 
7° Incontro
Il Tribunale per i Minorenni
I procedimenti sulla responsabilità genitoriale
I procedimenti volti all’accertamento dello stato di abbandono del minore: la nomina del CTU 
 
MODULO 5 (Roma - avv.to G. Mussini; dott.ssa P. Popolla / Foligno - avv.to E.Onori; dott.ssa P. Popolla )
8° incontro
Processo penale e valutazione peritale in ambito minorile 
Il processo penale minorile e la normativa. Valutazione del minore deviante. Capacità di intendere e di volere, immaturità psicologica e imputabilità nell’adolescente. La psicopatologia nell’età evolutiva adolescenziale. Il ruolo dello psicologo in ambito penitenziario minorile. 
 
MODULO 6 (dott.ssa C. Mastrolia; dott.ssa S. d’Elisis)
9° Incontro 
Processo penale e valutazione peritale adulti 
Il processo penale: struttura, fondamenti e regolamentazione normativa. Fondamenti di psicopatologia forense. Lo psicologo come Esperto ex art. 80, il Tribunale di Sorveglianza.

10° Incontro 
Capacità di intendere e di volere. Valutazione dell'infermità di mente. Metodologia peritale. Imputabilità e disturbi di personalità. La mente criminale.
 
MODULO 7 (dott. M. Luciani)
11° Incontro
La Consulenza Tecnica in tema di danno alla persona.  
Il Danno Biologico-Psichico e da Pregiudizio Esistenziale. Il danno alla persona maltrattata e/o abusata, il danno in età evolutiva.
Quantificazione del Danno Esistenziale e del Danno Biologico-Psichico. Dolo e colpa nella responsabilità. Linee Guida
  

Esame finale. Presentazione e discussione tesine 

 

   

 

Calendario 2020 - ROMA
  

Piazza Bologna, 10 

 OTTOBRE

 NOVEMBRE

 NOVEMBRE

DICEMBRE

 GENNAIO

 FEBBRAIO

 MARZO

 APRILE

 MAGGIO

 GIUGNO

 GIUGNO

 10

 21

19 

 23

 20

 20

 17

 15

 26


  

Calendario 2020 - FOLIGNO
Sede Dedalo - Via del Campanile 2

GENNAIO

  FEBBRAIO

MARZO

 APRILE

  MAGGIO

GIUGNO

 SETTEMBRE

 OTTOBRE

  NOVEMBRE

  NOVEMBRE

 DICEMBRE

25  

15 

 14

18  

16 

27 

 19

17  

14 

28 

12 


Orari
Le lezioni in aula del Corso di alta formazione si svolgono a cadenza mensile nella giornata del sabato  secondo il seguente orario: 9.30–18,00.

 

Docenti
Dott.ssa Stella D’Elisis
Dott.ssa Elisa Granocchia
Dott. Massimiliano Luciani
Dott.ssa Cinzia Mastrolia
Avv.to Guido Mussini
Dott.ssa Ottavia Pennisi
Dott.ssa Paola Popolla
Avv.to Stefania Chiara Tocchi

Avv.to Ezio Onori

Direttore del Corso Dott. Giancarlo Santoni


Contributo di partecipazione 
€ 1.350,00 annue da versare nella seguente modalità: 200,00 € all’iscrizione; 200,00 al 1° incontro; 200,00 al 3°; 200,00 al 5°, 200,00 al 7°, 200,00 all' 8° e 150,00 al 9° (Iscrivendosi a più Corsi SIPEA si può usufruire di uno sconto del 10%.). Il contributo di iscrizione non è rimborsabile.
I costi del corso sono fuori campo iva. Inoltre, le persone fisiche possono portare in detrazione il 19% dell'importo complessivo corrisposto, in base a quanto stabilito dal DPR 917/86.
Per gli iscritti ENPAP, EMPAM, Cassaforense o ad altre Casse il costo è interamente deducibile a norma Legge n. 2233-B del 10 Maggio 2017.

Informazioni ed Iscrizioni 
Al termine della frequenza di almeno l'80% del Corso di alta formazione verrà rilasciato l'attestato di partecipazione.
E' previsto un colloquio motivazionale, con il quale verranno valutati importanti pre-requisiti (di natura personale, professionale e di orientamento), necessari all'ammissione. Tutte le attività SIPEA sono a numero chiuso, si darà priorità di partecipazione in base all'ordine di iscrizione.
Per ulteriori informazioni  potete contattarci in segreteria al tel. 06 4465977 dal lunedì al venerdì ore 10,00 - 13,00, oppure potete scrivere a info@sipea.eu

Iscriviti al corso

"L'invio del presente modulo non costituisce un impegno all’iscrizione, ma permette di opzionare il posto per l'eventuale partecipazione al corso. L'iscrizione sarà considerata effettiva solo dopo aver fatto pervenire il Curriculum vitae, aver effettuato il colloquio motivazionale e aver versato la quota di iscrizione. Negli anni formativi successivi al 1° di ogni corso, gli allievi godono delle medesime condizioni economiche applicate nel 1° anno."

Modalità di pagamento

S.I.P.E.A. Soc. Italiana Psicol - Bonifico Bancario: IT96L0306909606100000116678 presso Banca Intesa San Paolo.
Nella causale inserire: Iscrizione nome corso - Nome e Cognome
Inviare copia del bonifico a info@sipea.eu

oppure

Sipea invierà con cadenza variabile informative sulle attività della Onlus.
In qualunque momento si potrà cancellare l'iscrizione con un click proprio dall'interno della newsletter ricevuta. Sipea non divulgherà in nessun caso il vostro indirizzo di posta elettronica in linea con le attuali norme vigenti in materia di privacy e dati sensibili. Dlgs 196/2003.