Il Counselling espressivo

IL COUNSELLING ESPRESSIVO  di Giancarlo Santoni



Il Counseling Espressivo è una modalità di intervento che integra le abilità proprie del counselling con le tecniche artistico espressive, fornendo uno strumento operativo per il raggiungimento e lo sviluppo di un ben-essere fisico, psichico e sociale. Esso può rappresentare un “contenitore emotivo” dove trovano spazio le emozioni che causano disagio, tensione, disorientamento, passività o aggressività, ma anche quelle che danno gioia, allegria, entusiasmo e serenità. In effetti, l’elaborazione artistica dei propri vissuti emotivi e la realizzazione dell’atto creativo in sé, esperito all’interno di un contesto protetto, quale la relazione d’aiuto (sia individuale che di gruppo), permettono la mobilitazione delle risorse personali e forniscono un supporto psico-emotivo al processo di crescita dell’individuo. È una disciplina che utilizza le tecniche produttive e la decodifica dell’arte con l’obiettivo di ottenere dalla persona dell’utente espressione di sé ed esperienze o prodotti; questi veicolano pensieri ed emozioni che vengono messi a fuoco durante il percorso, diventando simboli comunicabili. Gli strumenti e i materiali, i linguaggi, le procedure e la decodifica sono proposti come mezzi di negoziazione nella terapia.

FINALITA’
Mobilitazione delle risorse dell’individuo attraverso percorsi guidati che si traducono in una ricerca di ben-essere psichico, fisico e sociale. 

OBIETTIVI

  • Acquisire maggiore consapevolezza del proprio corpo nel rapporto sé/sé, sé/altro, sé/mondo; 
  • Ampliare le proprie capacità espressive e comunicative sia verbali che non-verbali; 
  • Sviluppare le proprie qualità percettive e sensoriali; 
  • Favorire la spontaneità e l’immaginazione in un atmosfera ludica ed energizzante; 
  • Acquisire progressivamente le tecniche artistiche in un contesto ludico e non-valutativo;
  • Consentire un contatto profondo con se stessi, in un processo di autoesplorazione e autoconoscenza;
  • Stabilire un rapporto di comunicazione gli uni con gli altri in modo alternativo alla parola;
  • Sviluppare le proprie capacità creative e immaginative; 
  • Potenziare il canale d’accesso al nostro spazio interiore e contattare le nostre emozioni; 
  • Consentire la mediazione tra il nostro mondo interiore e gli altri, favorendo la comunicazione;
  • Innalzare l’autostima tramite l’atto creativo;

AMBITI D’INTERVENTO
Il Counseling Espressivo, per la vasta gamma di tecniche utilizzate (disegno, pittura, modellamento, canto, musica, mimo, drammatizzazione, scrittura creativa, ecc.) e per l’alto grado di rispetto dei modi e dei tempi dell’individuo, insito nel modello di rapporto agevolativo, si pone come strumento privilegiato sia nell’ambito della prevenzione primaria (ambito educativo-ricreativo), sia in quella secondaria e terziaria (ambiti terapeutici e riabilitativi o abilitativi), ma anche in quella formativa (training, esperienze residenziali, lavoro, ecc.). 

LE TECNICHE
Le tecniche utilizzate costituiscono esclusivamente un veicolo poiché è innanzitutto la relazione affettiva che si instaura che conta, ma se l'operatore nella relazione di aiuto è competente e sensibile, l'arte può essere un ulteriore e significativo strumento per entrare in quella particolare dimensione comunicativa della persona, dove lo spazio e il tempo sono dilatati. Attraverso il disegno, la pittura, il gioco, il modellamento, la scrittura creativa, la musica, la danza e il teatro, possiamo costruire percorsi che consentano all’individuo di entrare in contatto con la propria realtà interiore: per conoscerla, comprenderla e accettarla. L’espressività e l’espressione creativa possono essere considerati i canali privilegiati attraverso i quali l’uomo ha, da sempre, manifestato e comunicato a sé e agli altri i propri contenuti interni. Non tanto e non solo il prodotto "artistico" e il suo valore estetico, che non riguarda chi utilizza il medium artistico nel counselling, quanto e soprattutto il processo e il percorso attraverso il quale quest’ultimo viene alla luce, si rivelano come il tramite, il medium grazie al quale l’individuo può riuscire a mostrare qualcosa di più vero di sé. 

DESTINATARI
Tutti coloro che sono interessati ad intraprendere dei percorsi volti alla scoperta od al potenziamento delle proprie capacità espressive e di relazione mobilitando risorse legate alle capacità creative e alla fantasia individuale per un percorso di crescita personale attraverso un approccio intensivo e giocoso alle tecniche espressive e comunicative. 

L’ARTE COME TECNICA DI SVILUPPO PERSONALE: LINEE GUIDA

  • Creazione di immagini, parole, suoni, movimenti, quali parti di un processo di sviluppo personale;
  • Scarsa importanza delle tecniche e delle abilità artistiche; 
  • Incoraggiamento all’espressione spontanea di sé; 
  • Uguale importanza del tempo dedicato a parlare dell’opera prodotta e del tempo dedicato alla creazione artistica; 
  • Assenza di giudizio di valore sull’arte; 
  • Accettazione incondizionata del lavoro realizzato