MARIA STELLA DI TULLIO D'ELISIIS

Docente di Psicologia Giuridica e Criminologia

Psicologo clinico e giuridico e psicoterapeuta, opero come Psicologo di ruolo presso la Casa Circondariale di Roma “Regina Coeli” e il Provveditorato Regionale dell’Amministrazione Penitenziaria del Lazio, Abruzzo e del Molise. In tali contesti professionali, mi occupo di: a) gestire attività di sostegno e trattamento rivolte all’utenza detenuta (autori di reato “comune” e sex offender); b) programmare e realizzare interventi formativi rivolti agli operatori penitenziari; c) curare gli aspetti teorico-metodologici e tecnico-specialistici attinenti al personale non di ruolo (psicologi e criminologi) che opera nel contesto intramurario a norma dell’art. 80, Legge 354/75; d) sviluppare e monitorare le progettualità inerenti la prevenzione e il contrasto della violenza di genere e domestica all’interno degli istituti penitenziari. Mi occupo, inoltre, di procedure di selezione del personale nell’Amministrazione Penitenziaria (psicologi a convenzione ed operatori di polizia) e di pronto intervento psicologico nel caso in cui si verifichino eventi critici in ambiente penitenziario.
Prima di entrare alle dipendenze del Ministero di Giustizia ho collaborato con la Cattedra di Psicologia Giuridica dell’Università di Roma “La Sapienza” (Prof. Gaetano De Leo); ho svolto attività di docenza in diversi contesti istituzionali e del privato sociale; sono stata componente esperta in materia psicologico-giuridica presso il Tribunale di Sorveglianza di Roma e ho lavorato privatamente in campo peritale.
Tra le pubblicazioni che ho redatto rientrano: l’articolo “Il linguaggio dell’arte contro la violenza sulle donne: l’appuntamento di Regina Coeli per riflettere sul valore delle relazioni affettive” (in Ristretti Orizzonti, Edizione del 28 novembre 2017); i capitoli “Il trattamento degli autori di reato sessuale: contributi di ricerca e prospettive di intervento” (in: Lo psicologo criminologo, a cura di G. De Leo e P. Patrizi, Giuffrè Editore, Milano, 2006) e “L’abuso sessuale a danno dei minori. Dalla vittima all’autore del reato: modelli di comprensione e prospettive di intervento” (con G. De Leo., in: Sulle tracce della pedofilia. Aspetti psicologici, criminologici, etici e giuridici, a cura di G. Chinnici, Sviluppo Solidale, Palermo, 2004); il libro Strategie della Formazione. Proposte di metodo e applicazioni psicologico-giuridiche (con P. Patrizi e B. del Vecchio, Carocci Editore, Roma, 2003).